La fortuna aiuta gli audaci…

Boschi in autunno al Monte Bracco

Boschi in autunno al Monte Bracco

L’Ariete (Placconata dei Serpenti, Monte Bracco – Rifreddo, CN).
Esposizione: Sud
Difficoltà: 5b (4 obbl.)
Numero tiri: 6

SMS: Eli, domani ci sarei… se ci sei!
WHATUP: Dave, domani che fai? Andiamo ad arrampicare?

Le previsioni non sono dalla nostra. Qualunque persona sana di mente e non appassionata come noi progetterebbe una domenica estrema come il free style sotto il piumone o il base jumping sul divano. Eppure un attento e disperato studio sui più noti siti meteo ci aprono uno spiraglio nelle “alte valli cuneesi”. Destinazione: Monte Bracco, che proprio altissimo non è.

Domenica mattina ore 7.30:

– Lu… piove.

– Mmmm… Tanto? Aspè, sento Dave e ci aggiorniamo.

– Mah…qui l’asfalto non è nemmeno bagnato…

Proviamoci. Ormai siamo svegli. Il mio zaino sbadiglia mentre ripongo al suo interno un thermos di tè caldo. Le corde sono in attesa. Lungo il viaggio qualche goccia sul parabrezza tenta di demoralizzarci ma noi ci distraiamo prendendoci gioco della nausea di Eli, postumi di una cena etnico-velenosa.

Ogni volta che leggo “Revello” sulla statale SP26 mi parte la cantilena “andiamo a fare dry-tooling!!”. Penso alle mie Nomic e al ghiaccio imminente… Svoltiamo a destra in direzione “Palestra di Roccia”. Dopo qualche curva arriviamo. Mi sembra di essere sul set di un film horror: grigio, nebbia e soprattutto vuoto: forse dal bosco sta per uscire un boscaiolo sanguinario con l’ascia in mano. Il parcheggio del rifugio-trattoria Miravidi è vuoto! Eravamo convinti di aver letto sul volantino della Gerva che oggi ci sarebbe stata l’uscita. Poteva essere un’occasione per rivedere un po’ di gente. Vuoto. Non è che per caso ci siamo persi un importante avviso di divieto di arrampicata? Attività di disgaccio… frane… meteore… boh… Io sono qui ormai è ho tanta voglia di arrampicare. Ci inoltriamo nel bosco seguendo la palina di legno che segnala “Placca dei Serpenti” in una vernice rosa ormai sbiadita. Il bosco in autunno è meraviglioso. Seguiamo i bolli rossi e dopo una mezz’ora abbondante arriviamo all’attacco della via. Guardiamo il cielo e mi convinco stia schiarendo.

L1 Chissà perché al posto di Ariete scelgo Agnese (spit blu). Lapsus e parto. Mi ricordo che dopo la prima sosta dobbiamo seguire gli spit rossi. La relazione su Gulliver segna il primo tiro come placca tecnica (5b). In realtà io salgo un 4c di bella e semplice placca. Le vie sono una accanto all’altra e sembrano tutte piuttosto facili. Arrivo in sosta e ahimé inizia a scendere qualche goccia. Dai ragazzi! Salite! La roccia è ancora asciutta. Se sta così possiamo fare almeno un altro tiro… Davide è d’accordo. Eli sta meglio.

L2-L3 (4b) Smette di piovere! Non so se il mio sia ottimismo o poca esperienza ma proseguo. Ecco gli spit rossi alla mia destra e vedo anche il tetto descritto dalla relazione. Traverso su una bella cengia e concateno il tiro, sono corti. Con una corda da 70 metri ce la possiamo fare. Si potrebbe aggirare ma provo a passare il tetto (4c). Le corde tirano e decido di far sosta di nuovo su Agnese non vedendo la fine degli spit rossi. In realtà, passato lo spit su quella specie di dietro di fronte, c’è una comoda e larga cengia dove far sosta.

L4/4b) Una scala perfetta verso la vetta! Con rima.. 🙂 Mi rilasso un attimo mentre recupero i miei amici. Respiro l’aria e mi guardo intorno. Sono sola quassù e mi sento libera. Vorrei riempire lo zaino di queste sensazioni che rianimano lo spirito e scaldano il cuore per portarle domani alla mia amica L. Questa è per te!

Eli e Davide spuntano dalla nebbia come due folletti scalatori. Forse siamo più soddisfatti della nostra determinazione contro ogni previsione meteo che della via. Mentre ci prepariamo a scendere in doppia le pareti iniziano a bagnarsi. In questa stagione ho sempre un k-way agganciato all’imbrago. Scendiamo lungo il sentiero del bosco fermandoci a raccogliere castagne e a fotografare salamandre. Quando c’è Davide il Reporter mi dimentico della macchina foto. Birra e panino con muretto di mollica insuperabile al Miravidi e poi a casa.

Soci

Soci

Sosta L3

Sosta L3

Boschi in autunno al Monte Bracco

Boschi in autunno al Monte Bracco

Discesa in doppia

Discesa in doppia

Ariete L4 utlimo. Due folletti!

Ariete L4 utlimo. Due folletti!

Agnese L1

Agnese L1

Agnese L1

Agnese L1

Agnese L1 placca

Agnese L1 placca

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *